Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza: si pensa di aprire 381 Ospedali di Comunità

Nel Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza tra i vari punti della Mission Salute, oltre a quello dedicato ai Medici di Medicina Generale e quello sulle Case di Comunità, c'è quello degli Ospedali di Comunità.

L'Ospedale di Comunità sarà una struttura sanitaria che svolgerà la funzione intermedia tra le cure domiciliari e il ricovero. In ospedale quindi bisognerà andarci sono per una malattia grave o per un intervento chirurgico.

L'Ospedale di Comunità vedrà una gestione prevalentemente infermieristica da venti a quaranta posti letto.

Quali tipi di pazienti verranno ricoverati nell'Ospedale di Comunità?
Nei casi di condizioni non acute e di richiesta assistenziale non importante che non possono essere gestite a domicilio perché il paziente deve essere sorvegliato e assistito continuamente nelle 24 ore.

Inoltre potrà essere il luogo dove "sostare" dopo la dimissione dall'ospedale e prima di tornare a casa, avendo il tempo di adeguare l'ambiente domestico e renderlo più adatto alle esigenze di cura del paziente.

In questo momento il numero degli Ospedali di Comunità è insufficiente rispetto al fabbisogno, nel Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza si parla di realizzarne 381.