20
Ago

DPI, Assosistema lancia l'allarme: "Senza programmazione le scorte sono a rischio"

Le scorte di DPI potrebbero essere a rischio.
 
E' il grido di allarme di Marco Marchetti, presidente di Assosistema, che a Sanità Informazione spiega che ad oggi dal Governo non è arrivata nessuna indicazione sulle scorte o sulla necessità di mantenere qui o in Europa una certa quantità di Dispositivi di Protezione.
 
17
Ago

Coronavirus: quanto servono le app per il tracciamento del contagio

Il Sole24Ore in un articolo di Luca De Biase fa il punto della situazione sull'app Immuni e su quelle utilizzate negli altri paesi.
 
Stando all'articolo pare che il 9 agosto gli italiani che hanno scaricato Immuni erano 4,7 milioni (in pratica l'8%), in Germania è il 18% della popolazione, mentre in Irlanda l'app è stata un successo: scaricata dal 37% della popolazione.
 
In Italia, dall’esordio dell’applicazione a fine luglio, 62 persone trovate positive hanno acconsentito a mandare le notifiche alla rete dei contatti individuati da Immuni. Dal 13 luglio al 3 agosto sono partite 132 notifiche a possibili contagiati.
 
16
Ago

Covid e rientri dall'estero. Ecco dove rivolgersi in Liguria

Per rispondere all’ordinanza del Ministero della Salute, in vigore dal 13 agosto 2020, ai fini del contenimento della diffusione del virus Covid-19 e rivolta alle persone che intendono fare ingresso in Italia e che nei quattordici giorni antecedenti abbiano soggiornato o transitato in Croazia, Grecia, Malta o Spagna, si ricorda a tutti  coloro che intendono sottoporsi a test molecolare presso l’azienda sanitaria locale di riferimento, di seguire le procedure previste dalle singole Asl e di contattare i numeri di telefono e/o di contatto mail dedicati.

L’interessato che sceglie il canale di posta elettronica, sarà contattato per effettuare, entro 48 ore dalla segnalazione, il tampone (al domicilio o attraverso il servizio drive-through). 

Chi decide invece di contattare l’utenza dedicata, verrà messo in contatto con il primo operatore disponibile.

15
Ago

Coronavirus: obbligo tampone entro 48 ore per chi rientra da Grecia, Spagna, Croazia e Malta

Obbligo di auto-segnalazione ai contatti (numeri o mail) dedicati delle singole Asl entro 48 ore dall’arrivo ed esecuzione del tampone per tutti coloro che rientrino in Liguria da Spagna, Grecia, Croazia o Malta. In caso di esito positivo del tampone, quarantena obbligatoria per 14 giorni. 
 
È quanto previsto da Regione Liguria, dopo aver recepito l’ordinanza firmata dal ministro della Salute per far fronte all’aumento di contagi da Covid-19 a causa degli arrivi dall’estero, in particolare dai paesi considerati a maggior rischio di contagio.
13
Ago

Campagna di vaccinazione pronta, in Liguria tanti i problemi organizzativi

La campagna di vaccinazione è fissata dal 5 ottobre al 31 dicembre 2020. In piena emergenza Covid la gestione, per evitare assembramenti negli studi medici,  sarà molto complicata. E in Liguria la situazione organizzativa sembra molto confusa.
 
“E’ arrivato in questi giorni uno schema da parte dell’Asl 3 che spiega quali sono nel  Distretto Socio Sanitario 12 le strutture dove è possibile attuare le misure di distanziamento sociale richieste dalle linee guida di prevenzione dell’infezione da COVID – sottolinea Pier Claudio Brasesco, presidente di Medicoop Genova -. Ringraziamo il direttore Mario Fisci per questa comunicazione che va ad inserirsi però in un quadro molto confuso”.
 
I problemi. Proviamo ad elencarli.
 
12
Ago

Piano di potenziamento dell'assistenza territoriale: le azioni che verranno messe in campo

L’emergenza sanitaria ha sottolineato ed accentuato il bisogno di una presa in carico globale  delle persone.
 
Le misure di distanziamento sociale e di isolamento domiciliare determinano la  necessità di implementare e indirizzare le azioni terapeutiche e assistenziali sempre più a  livello domiciliare, anche al fine di decongestionare le strutture ospedaliere e favorirne un  deflusso monitorato. 
 
6
Ago

Dopo gli esami di laboratorio anche i referti e le immagini radiologiche a portata di clic

Dopo gli esami di laboratorio anche i referti e le immagini radiologiche saranno a portata di clic. 
 
È operativo 24 ore su 24 in tutte le Asl e ospedali della Liguria il servizio che permette al cittadino di consultare e scaricare via web, senza spese aggiuntive, i propri referti e immagini di radiologia tramite computer, tablet e smartphone, collegandosi alla pagina Referti online, disponibile sul sito di Alisa.
 
30
Lug

Diagnostica molecolare: ecco l'elenco dei laboratori dove fare i test

Alisa comunica che per quanto riguarda le prestazioni di diagnositca molecolare per Sars-Cov2 è stato individuato come laboratorio di riferimento regionale quello dell'Ospedale Policlinico IRCC San Martino di Genova. Sono stati poi inseriti dei laboratori aggiuntivi.

SCARICA QUI l'elenco dei laboratori.

28
Lug

Dal 27 luglio riapertura CUP ospedalieri e territoriali Asl 3. Accessi contingentati per tutelare la salute

Da lunedì 27 luglio, in accordo con ALISA, riaprono gli sportelli CUP ospedalieri e territoriali di Asl3 Genova. Gli accessi saranno contingentati a tutela della salute pubblica.

Asl3 comunica che in questa fase è importante la massima collaborazione dell’utenza, nell’interesse della comunità, affinché arrivo alla struttura, sosta all’esterno prima di accedere, operazioni all’interno e all’esterno delle strutture avvengano in totale sicurezza.

In particolare:

23
Lug

Coronavirus, Galli: "Test rapidi agli studenti per scoprire nuovi focolai"

"Occhio ai nuovi focolai". A dirlo è Massimo Galli, direttore del reparto Malattie Infettive all'ospedale Sacco di Milano, in un'intervista a Il Messaggero.

I nuovi focolai sono attesi ma "ciascuno di essi va considerato con la massima attenzione ed è fondamentale il loro rapido contenimento. A questo fine è assolutamente necessario il potenziamento della medicina territoriale e della capacità di identificare e circoscrivere rapidamente i focolai risalendo la catena di contatti" dice Galli, che prosegue: "su 100 persone infettate da SarsCov2, 90 hanno una limitata capacità di trasmettere l'infezione mentre gli altri 10 infettano e tra loro ci sono dei veri e propri super-diffusori. Saranno proprio questi ultimi - avverte - i responsabili dell'80-90% delle nuove infezioni".