24
Gen

Coronavirus, riunione in Alisa. Nessun allarme ad oggi in Liguria

 Un incontro operativo per definire il percorso del potenziale caso sospetto di nuovo coronavirus (2019-nCoV) e mettere in campo tutte le azioni di sanità pubblica: oggi, venerdì 24 gennaio si sono riunite, coordinate da Alisa, le direzioni strategiche, i direttori di Malattie infettive e dell’Igiene e Sanità pubblica delle Aziende sanitarie e ospedaliere della Liguria e i referenti di area competente, per recepire e rendere operativa la circolare del Ministero della Salute, diramata lo scorso 22 gennaio, avente come oggetto la sorveglianza e le misure di risposta all’epidemia di polmonite da nuovo coronavirus, con epicentro una provincia cinese.

23
Gen

Tutto quello che bisogna sapere sul Coronavirus, il virus cinese

Almeno 17 persone sono morte in Cina a causa del nuovo coronavirus (2019-nCoV), identificato alla fine dello scorso anno per la prima volta nella città di Wuhan, nella Cina centrale. 
Sul giornale La Nazione è stato intervistato il direttore del dipartimento di Malattie infettive dell’Istituto Superiore di Sanità Giovanni Rezza, di seguito abbiamo ripreso alcune parti dell' articolo.
 
16
Gen

Meningite, da sabato 18 gennaio aperti a rotazione due centri vaccinali della Asl3

 La Asl3 genovese, da sabato 18 gennaio, attiva due centri vaccinali dedicati alla vaccinazione antimeningococcica.
 
Sulla meningite abbiamo parlato ampiamente in tre articoli: l'intervista al dott. Giancarlo Icardi, direttore del Dipartimento di Scienze della Salute dell'Università di Genova, l'intervista al presidente MediCoop Genova Pier Claudio Brasesco e l'articolo sulla Società di Medicina Ambientale.
 
La vaccinazione è molto utile per rafforzare le difese immunitarie, per questo le sedi Asl di Fiumara e Via Archimede si alterneranno nei prossimi sabato, fino al 21 marzo, dalle ore 8.30 alle ore 12.
10
Gen

Spese sanitarie 2020: è obbligatorio pagare con carte e bancomat o si può usare il contante?

Dal 2020 per spese sanitarie, visite mediche e farmaci è obbligatorio pagare con carte e bancomat o è possibile continuare ad usare il contante?

Sulle spese mediche ci sono delle regole specifiche: l’obbligo di pagamento tracciabile non si applicherà alle spese sostenute per l’acquisto di medicinali e di dispositivi medici, nonché alle detrazioni per prestazioni sanitarie rese da strutture pubbliche o private accreditate con il SSN.

Diverso sarà per visite ed esami presso privati non accreditati: sarà in questo caso che scatterà la tracciabilità delle detrazioni. Ad esempio, sarà obbligatorio pagare con carta, bancomat o bonifico le visite o le prestazioni rese dal dentista privato così come da medici specialisti. Sarà possibile continuare ad usare il contante nel caso di visite effettuate presso strutture ospedaliere pubbliche.

9
Gen

Meningite, la Società di Medicina Ambientale spiega come difendersi dai contaminanti indoor

Gli ultimi casi di meningiti batteriche sono da inquadrarsi nell'ambito dei contaminanti indoor, come ha recentemente spiegato la Società Italiana di Medicina Ambientale (Sima).

Si tratta di batteri di diversi ceppi oggi tutti coperti da vaccinazione, che possono risiedere nell’orofaringe di persone sane e si trasmettono per via aerea (tramite goccioline di saliva, colpi di tosse, starnuti) esclusivamente a distanze ravvicinate (in genere non più di 3 metri) e di solito per esposizioni prolungate in ambienti di vita o di lavoro confinati e frequentati.

2
Gen

Convegno su la Medicina Integrata per pazienti oncologici e per pazienti con malattia cronica debilitante immunomediata

Sabato 11 gennaio 2020, dalle ore 8.30 e fino alle ore 18.30, presso l'Aula didattica n.7 della Asl3 in via V.G. Maggio a Genova Quarto, si terrà il convegno "La medicina integrata per i pazienti con patologia oncologica e per i pazienti con malattia cronica debilitante immunomediata".

Lo scopo della medicina integrata è quello di trattare il paziente in modo olistico per migliorare il suo benessere fisico, emotivo e psicologico.

27
Dic

Carenza medici in Liguria, Brasesco: "Aumenteranno le quote capitarie degli MMG o sostituzione con infermiera di famiglia"

Nei prossimi cinque anni in Liguria si arriverà a non avere più almeno 850 medici specialistici. "La mancata programmazione a livello nazionale degli ultimi cinque anni ha prodotto questo risultato - commenta PierClaudio Brasesco, presidente Medicoop Genova - e non è chiaro se le misure che stanno studiando a Roma saranno in grado di sopperire a queste carenze".

Le misure di cui parla Brasesco sono quelle contenute nel Patto per la salute, approvato dal Governo, un documento che contiene importanti novità per arginare la carenza medici in corsia.

23
Dic

Studi medici aperti nelle festività di fine anno

Per le festività di fine anno viene garantita su tutto il territorio di Asl3, l'apertura straordinaria di alcuni studi dei Medici di Medicina Generale nei festivi (Natale, S.Stefano, Capodanno ed Epifania) e nei fine settimana (sabato e domenica) dal 25 dicembre fino al 6 gennaio. 

I pazienti, in caso di necessità, potranno recarsi in uno degli studi degli MMG che hanno aderito all’iniziativa, anche se non si tratta del proprio medico curante. Il personale medico di turno potrà infatti visitare e fare prescrizioni mediche. Il calendario delle disponibilità prevede una rotazione degli studi medici aperti nei sei Distretti Sociosanitari dove i cittadini potranno usufruire del servizio in accesso diretto, gratuitamente e senza vincolo al territorio di residenza.

17
Dic

Piano festività pronto soccorso: posti letto aggiuntivi nelle RSA e potenz­iamento dei percorsi brevi

Novanta posti letto aggiuntivi, di cui cinquanta al Policlinico San Mart­ino, venti per il pr­esidio ospedaliero unico di Asl 3 e venti per il Galliera: si tratta di una delle misure messe in atto per decongestio­nare gli ospedali in area metropolitana che prevede il poten­ziamento di posti le­tto in strutture res­idenziali (RSA), gra­zie a risorse region­ali pari a 3,5 milio­ni di euro.

Alisa, in collaboraz­ione con il Diar Emergenza-Urgen­za, insieme alle Azi­ende sanitarie e osp­edaliere della Ligur­ia, ha definito le azioni di risposta e le modalità operative per affrontare un possibile iperafflus­so di pazienti nel periodo influenzale e delle festività, da adottare in modo progressivo.

14
Dic

L’ambulatorio medico del fine settimana si fa in tre: Rivarolo, Sampierdarena e Recco

Parte da sabato 14 dicembre un nuovo servizio di Asl3 per fornire ai cittadini una pronta risposta alle necessità sanitarie di bassa complessità nei giorni di festa e nel weekend, senza doversi recare nei Pronto Soccorso metropolitani.

In seguito all’importante esperienza dell’Ambulatorio del fine settimana” in Valpolcevera, avviato lo scorso anno durante le feste, l’iniziativa si estende da domani anche a due nuovi ambulatori: uno nel Comune di Recco presso l’ex Ospedale S.Antonio e uno a Genova presso il Palazzo della Salute di Fiumara a Sampierdarena.