Nuovo DPCM: ecco le regole di maggior interesse per la Medicina Generale

La Federazione Italiana Medici di Famiglia comunica che dal 15 giugno sarà in vigore il DPCM dell'11 giugno che aggiorna le misure di contenimento del contagio da Coronavirus.

Di seguito le regole di maggior interesse per la Medicina Generale

• I soggetti con infezione respiratoria caratterizzata da febbre (maggiore di 37,5°C) devono rimanere presso il proprio domicilio, contattando il proprio medico curante.

 

• L’accesso di parenti e visitatori a strutture di ospitalità e lungo degenza, residenze sanitarie assistite (RSA), hospice, strutture riabilitative e strutture residenziali per anziani, autosufficienti e non, è limitata ai soli casi indicati dalla direzione sanitaria della struttura, che è tenuta ad adottare le misure necessarie a prevenire possibili trasmissioni di infezione

 

• Si raccomanda ai datori di lavoro la fruizione da parte dei lavoratori dipendenti dei periodi di congedo ordinario e di ferie, nonché modalità di lavoro agile per le attività che possono essere svolte al proprio domicilio o in modalità a distanza.

 

• Il personale sanitario si attiene alle appropriate misure per la prevenzione della diffusione delle infezioni per via respiratoria previste dalla normativa vigente e dal Ministero della salute sulla base delle indicazioni dell’OMS.

 

• Sono sospesi congressi, riunioni, meeting ed eventi sociali, in cui è coinvolto personale sanitario o personale incaricato dello svolgimento di servizi pubblici essenziali o di pubblica utilità.

 

• In riferimento all’assistenza ai detenuti, le articolazioni territoriali del Servizio sanitario nazionale assicurano mediante adeguati presidi i nuovi ingressi negli istituti penitenziari e negli istituti penali per minorenni. I nuovi ingressi sintomatici sono posti in isolamento raccomandando la valutazione di misure di detenzione domiciliare.

 

Le disposizioni si applicano fino al 14 luglio 2020

 

Leggi tutto il DPCM qui