L'Ordine dei Medici di Milano: "Necessaria una massiccia campagna vaccinale antinfuenzale e antipneumococcica"

Sull'edizione online de IlSole24Ore è stata pubblicata la richiesta che l'Ordine dei Medici di Milano ha fatto alla Regione Lombardia e al Comune di Milano: "Bisogna stimolare una campagna vaccinale antinfuenzale e antipneumococcica sia per tutto il personale medico sanitario del nostro sistema sanitario regionale che per la popolazione".

La richiesta è stata fatta per scongiurare il rischio che in una eventuale ripresa del Covid i casi si sovrappongano e confondano con quelli della normale influenza, creando una «paralisi da quarantena». 

Il presidente Roberto Carlo Rossi lo ha messo nero su bianco in una lettera indirizzata all’assessore regionale al Welfare Giulio Gallera, al sindaco di Milano Giuseppe Sala, al Direttore Generale Marco Trivelli e al Direttore Generale Ats Milano Walter Bergamaschi spiegando che bisogna "definire protocolli precisi per la segnalazione di nuovi casi". 

Secondo l’ordine, bisogna fare tamponi "in tempi rapidissimi" ai casi segnalati. La proposta che Rossi fa nella sua lettera è rivolta in particolare al Comune di Milano è quella di allestire degli spazi per questa "massiva campagna vaccinale" con personale amministrativo e sanitario di supporto. 

"L’obiettivo complessivo - spiega un comunicato dell'Ordine dei Medici - è quindi permettere a tutti i Sanitari di valutare con maggiore oggettività ciascun caso, poiché, escludendo forme influenzali tradizionali, potrebbero applicare misure restrittive verso coloro che manifestino sintomi fortemente suggestivi per infezione da Covid-19, senza “paralizzare” inutilmente l’intera città di Milano".