Coronavirus: 83mila liguri hanno prenotato il vaccino attraverso il proprio Medico di Medicina Generale

Sono 83.066 i liguri che ad oggi si sono rivolti al proprio medico di medicina generale per prenotare la vaccinazione anti covid-19 o direttamente attraverso il medico oppure, se ‘estremamente vulnerabili’ o ‘non deambulanti’, per essere segnalati alla propria Asl per la vaccinazione in una sede ospedaliera (con vaccino ‘freeze’ per gli ‘estremamente vulnerabili’) o al domicilio. 
 
Rispetto alle telefonate ricevute, i medici hanno prenotato 67.599 appuntamenti; alcuni medici hanno prenotato l’intero ciclo vaccinale, fissando il doppio appuntamento per la prima e la seconda dose, altri hanno prenotato solo la prima dose cui seguirà, nel momento in cui verrà somministrata, l’appuntamento per il richiamo.
 
Degli 83.066 liguri che si sono rivolti al proprio medico, 26.624 sono le persone ‘estremamente vulnerabili’ che in Liguria sono già state segnalate alle Asl per la vaccinazione in una propria sede o sede ospedaliera con un vaccino ‘freeze’ Moderna/Pfizer (2.178 in Asl1; 4.001 in Asl2; 14.711 in Asl3; 2.864 in Asl4; 2.870 in Asl5).
 
Di questi, a livello regionale circa 6.000 ‘estremamente vulnerabili’ sono già stati contattati dalle Asl per la prenotazione del vaccino.
 
Le persone ‘non deambulanti’ per la vaccinazione al domicilio segnalate ad oggi alle Asl attraverso i medici di medicina generale sono invece 8.236 in tutta la Liguria (484 in Asl1; 1.222 in Asl2; 5.546 in Asl3; 675 in Asl4; 309 in Asl5).
A queste prenotazioni si aggiungono 24 caregiver che, in tutta la Liguria, hanno chiesto di essere vaccinati attraverso il proprio medico di medicina generale (in alternativa saranno vaccinati contestualmente al loro assistito). L'Istituto Gaslini è pronto a partire da domani con le vaccinazioni dei primi pazienti ultrafragili cominciando dai malati di fibrosi cistica, reti di caregiver comprese che verranno seguite dall'ospedale.
 
Al momento le Asl hanno iniziato ad effettuare le vaccinazioni al domicilio (già effettuate 1.259 vaccinazioni) a partire dalle persone ultravulnerabili e non deambulanti già in carico attraverso i servizi di Cure domiciliari. 
Per quanto riguarda ASL3 sono 120 vaccinazioni già effettuate al domicilio dalla scorsa settimana. Sono sia persone ‘non deambulanti’ ultra vulnerabili seguiti dalle Cure Domiciliari di Asl3 sia loro caregiver, vaccinati contestualmente. Il percorso è iniziato su 3 distretti sociosanitari e successivamente sarà ampliato anche agli altri.
Complessivamente, le persone seguite dalle cure domiciliari di Asl3 sono 1.828 (a cui saranno aggiunti anche i caregiver).